Cagli

Comune Fiuminata, 'non toglieteci banca'

Sindaco, amministrazione e cittadinanza sul piede di guerra, a Fiuminata, piccolo Comune (1.500 abitanti) nel cratere sismico, per la decisione del gruppo Ubi Banca di chiudere definitivamente quella che fino a qualche tempo fa era la filiale cittadina di Banca Marche. Una decisione appresa solo a livello informale - lamenta il sindaco Ulisse Costantini - "senza alcuna comunicazione formale, che invece avrebbe dovuto essere fornita, visto che esiste un accordo tra banca e Comune per l'affidamento del servizio di tesoreria che deve essere svolto presso la filiale cittadina e che prevede che eventuali spostamenti dovevano essere concordati". "Siamo stanchi e amareggiati" dice il sindaco Costantini; anche se Fiuminata ha avutro danni meno devastanti di altri centri vicini si trova a vivere la stessa situazione e le stesse problematiche degli altri Comuni. Se siamo stati appena poco più fortunati degli altri non dobbiamo essere puniti. La fortuna, ammesso che di fortuna si possa parlare, non è una colpa".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie